Vito Scala, l’uomo che ha fatto crescere Totti come uomo e come sportivo, scopriamo chi è in questo focus

E’ il 17 Luglio 2017 , allo stadio Olimpico di Roma il triplice fischio finale di una stagione da dimenticare, tra i tanti motivi, uno in particolare, forse il più importante sarà quello che non passerà mai inosservato: l’addio al calcio di Francesco Totti.

Sarebbe il classico “pezzo” sul ritiro di uno dei più grandi campioni icona della scena calcistica italiana, ma non lo è. Non lo è perchè il protagonista di questa storia non è Francesco Totti, ma la sua ombra, quella che paradossalmente gli ha dato la luce necessaria affinchè oggi si parlasse di Totti come quel grande e longevo campione che è stato sul campo di calcio con a maglia della Roma e della nazionale. Oggi il focus è tutto su Vito Scala.

Chi è Vito Scala? Il preparatore atletico della Roma e poi di Totti

La domanda per i più, è lecita, anzi, quasi dovuta. Una prima risposta è che Vito Scala si può definire come l’anima calcistica di Totti, quell’uomo in grado di allungare la carriera del capitano giallorosso con i suoi consigli professionali e non.

Vito Scala è un preparatore atletico, la definizione vuole che Vito Scala sia un Prof., uno di quelli che in allenamento ti dice di correre e di fare gli esercizi, ma per Totti non è stato cosi.

La carriera di Vito Scala è iniziata e proseguita nella Roma, guarda caso insieme a Totti, ai tempi delle giovanili della Roma, la scalata è poi arrivata passo passo fino a conquistarsi un posto tra i preparatori della prima squadra dove il rapporto, gia forte, con Francesco si è consolidato e trasformato in un rapporto esclusivo.

Vito Scala, un legame indissolubile con Totti tanto da essere citato anche nel film

Nel mondo di Totti il prof. Vito Scala è stato all’inizio “il Prof.”, poi si è trasformato nell’amico, poi ancora parallelamente nel consigliere, nella persona di riferimento in campo e fuori, e cosi da preparatore della Roma, Vito è diventato il preparatore atletico (e non solo) d Totti, l’uomo in più come vogliamo definirlo noi, quella figura che cura tutto, ma proprio tutto, della vita del calciatore Totti.

«è sempre accanto a me ma non lo avete visto, eccolo…».

Francesco Totti, dal Film “‘Mi chiamo Francesco Totti’

A dirlo è Francesco Totti nel suo film, quello della sua carriera, dove dedica una parte all’amico Vito, prima ancora che al Prof.Scala. Uomo prima di tutto, in grado di sopportare gli eccessi di nervosismo, di depressione, e di esaltazione di Francesco Totti, il capitano della Roma, della loro Roma, quella società che li ha avvicinati e mai allontanati, quella società che li ha fatti crescere e maturare come professionisti e come uomini.

Adesso per Vito è cominciata da qualche anno una nuova vita, in un ruolo tutto nuovo, sempre sui campi di calcio certo, sempre nella società giallorossa, ovviamente, ma con altre mansioni, ovvero quella del dirigente responsabile degli arbitri, curerà i rapporti tra il club e i direttori di gara, aspettando che ritorni Francesco, questa volta anche lui in una veste diversa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui