Sorrentino:”Lobotka? Anche i grandi giocatori in Italia fanno fatica, Napoli difficile da valutare”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luigi Sorrentino, agente tra gli altri di Barrow.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luigi Sorrentino, agente tra gli altri di Barrow.

“Barrow? Mihajlovic lo sta consacrando”

“Ora gioca con una certa continuità, lo sta facendo e le qualità sono venute fuori. Se vengono impiegati una volta sì e due no è difficile emergere, prendere il ritmo partita e mettersi in evidenza. Mihajlovic? La fortuna dei giocatori sono gli allenatori. Gasperini l’ha lanciato, Mihajlovic lo sta consacrando.

Leggi qui:Serie A, dove vedere Bologna-Napoli in Tv ed in streaming

“Napoli frastornato? Difficile valutare correttamente le squadre in questo periodo”

“Non direi che il Napoli è frastornato. A parte che questo è un campionato anomalo, lo stesso Milan ieri ha perso in Europa League. Difficile valutare correttamente le squadre in questo periodo. Ad agosto abbiamo giocato e dopo 20 giorni abbiamo iniziato la preparazione. Ora è difficile capire le squadre come sono impostate, se sono impostate correttamente o meno. Ci vuole tempo. Napoli è una grande piazza con un grande allenatore e una grande squadra, verrà fuori sicuramente.”

Leggi qui: Il Licata e la Serie B, una storia made in Sicilia

“Lobotka? Anche i grandi giocatori in Italia fanno fatica”

“Lobotka? Io faccio l’esempio di Eriksen: anche i grandi giocatori vengono in Italia e fanno fatica. Platini arrivò alla Juventus e sembrava un fantasma, poi rivoltò. Il nostro campionato non sarà il più bello del mondo ma sicuramente è il più difficile. Un pareggio tra Bologna e Napoli? La scorsa partita è finita 1-1. Spero che sia una gara con tanti gol, perché il gol è l’essenza del calcio. Barrow in chiave Napoli? Prima di rispondere a questa domanda faccio una precisazione: noi a Bologna ci troviamo benissimo. Ho letto diverse mie interviste nelle quali il ragazzo doveva andare ovunque, non voglio dare questa impressione. C’è mai stato un interessamento del Napoli? No mai, l’Atalanta aveva proposto uno scambio con Inglese e il Napoli giustamente voleva monetizzare, non rientrava nell’ordine di idee”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui