Sei società di Serie A si sono smosse per la creazione di nuovi stadi, tra veti e progetti ecco la situazione in Italia

  • Il problema stadi che attanaglia l’Italia, strutture troppo vecchie per il football moderno
  • La situazione degli stadi in Italia da Milano a Napoli, passando per Bologna e Firenze
  • La politica che non aiuta, i tempi della burocrazia

A Napoli si cambia il nome in altre zone d’Italia si progettano nuovi stadi

Mentre in questi giorni a Napoli viene cambiato il nome dello stadio (da Stadio San Paolo a Stadio Diego Armando Maradona) sale sempre più alla ribalta la questione stadi in Italia, perchè parliamoci chiaro cambiare il nome di uno stadio è una cosa, ma avere una struttura funzionale ai tempi moderni ne è totalmente altra. La complessa situazione degli impianti sportivi in Italia è disastrosa, quasi penosa per un paese dell’unione europea calcistica che mira a tornare ad essere una delle nazioni all’avanguardia del football europeo e non solo.

Impianti logorati dal passare del tempo, ritenuti da chi li frequenta antiquati e non funzionali al godimento dell’evento, sono solo alcune delle critiche che gli impianti di Serie A (ma anche di Serie B e figuriamoci di Serie C) ricevono quotidianamente, la mangiatoia di Italia 90′ ha alleviato i problemi solo per alcuni di questi impianti e non sempre lasciando un risultato all’altezza delle aspettative per l’epoca (30 anni fa!), e figuriamoci oggi, disastri architettonici come l’ex stadio San Paolo con le impalcature ed il terzo anello, ad oggi inagibile per problemi di vibrazioni con le abitazioni circostanti, ne sono un primo esempio, tuttavia anche la burocrazia italiana, lenta ed articolata, non ha mai dato una mano a quei visionari che hanno accennato ad un motivo di cambiamento. Cambiamento, si, perchè il restyling non è più consentito, il vecchio deve essere riqualificato per altro se non abbattuto e ricostruito, perchè mettere una pezza non basta più. E allora ben vengano gli imprenditori o presidenti che vogliono cimentarsi con questa sfida

Gli stadi di proprietà in Italia

Il punto focale è la questione propietà dello stadio, perchè se da un lato gli intoppi di uno stadio di proprietà comunale tendono a far allungare le procedure e portano mancati introiti ali club, dall’altro lato cìè un trend europeo che avanza e lascia sempre più indietro l’Italia. In Europa siamo maglia nera per quanto riguarda il numero di stadi di proprietà di un club professionistico.

Udinese, Juventus, Frosinone, Atalanta, Sassuolo, questi i club che hanno affrontato costi importanti per poi godersi i ricavi e gestire a proprio piacimento l’impianto di gioco, senza dover dare conto a terzi.

Inter e Milan attendono l’ok dal comune di Milano

Con il 2021, una delle prime questioni che si sboccherà (si spera!) sarà quella di Milano e del suo stadio principale, la questione San Siro è al momento irrisolta con Milan ed inter che seguono attentamente le vicende legate al nuovo impianto che avrà un suo progetto finito (solo in lizza due progetti di stadio) solo dopo la validazione del progetto da parte del comune di Milano, da Palazzo Marino dovranno quindi arrivare le prime risposte

Friedkin non è convinto, per lo stadio nuovo si potrebbe ripartire da zero

Con il cambio di proprietà la Roma non è poi cosi sicura dei progetti precedentemente esposti riguardo il nuovo stadio, ai Friedkin il progetto non esalta e non convince, uno stadio troppo grande per una spesa troppo esosa, questo pare essere il pensiero della proprietà giallorossa che sarebbe intenzionata a cambiare il progetto di Tor di Valle, troppo complesso, per appoggiarsi su altre soluzioni come Fiumicino o Tor Vergata. In attesa quindi di avere maggiori delucidazioni, ci sarà tanto lavoro da fare per i nuovi dirigenti gallorossi.

Firenze, abbattere per ricostruire: Commisso aspetta una risposta

A Firenze, la Fiorentina è stata una delle prime società ad avere un primo, parziale ok. In attesa di un parere positivo dal Ministero dei Beni Culturai, il presidente dei viola, Rocco Commisso, può accarezzare la sua idea di stadio: abbattendo il Franchi per ricostruire sempre in zona Campo di Marte il nuovo stadio della Fiorentina. Da Roma nessuna notizia ma solo spifferi di notizie, entro il 2021 l’italo-americano Commisso vorrà avere delle risposte.

Bologna e Cagliari viaggiano spedite verso un nuovo stadio

Sia Bologna che Cagliari sembrano aver afferrato il treno giusto e potrebbero avere il nuovo stadio prima delle altre di Serie A, sia per la società emiliana che quella sarda i progetti definitivi sembrano essere in dirittura d’arrivo

Il Cagliari attende la nuova Sardegna Arena

Tirata su in appena 127 giorni, l’attuale stadio del Cagliari, è una struttura provvisoria che farà spazio al nuovo stadio dei rossoblù che sorgerà al posto del vecchio e glorioso stadio Sant’Elia oggi ridotto a rudere, il club di Giulini avrà il terreno in concessione per i prossimi 50 anni.

Bologna fa sul serio, inizio lavori progettati per il 2022

Uno stadio da 30mila posti, questo è il sogno del Bologna che ha avviato le procedure per la costruzione del nuovo stadio, obiettivo partenza lavori, 2022, con una ristrutturazione che durerà 2 anni almeno ed il Bologna che in stile Cagliari si appoggerà temporaneamente su uno stadio che sorgerà nell’area del Centro Agro Alimentare.

La Serie A in cantiere, la situazione stadi -FAQ

  1. Quali sono gli stadi di proprietà in Italia?

    Glo stadi di proprietà in Italia sono a: Torino, Udine, Frosinone, Bergamo e Reggio Emilia

  2. Quante squadre hanno uno stadio di proprietà?

    Sono 5 le squadre che in Italia hanno uno stadio di proprietà, e sono: Juventus, Udinese, Frosinone, Atalanta e Sassuolo

  3. Quando sarà costruito il nuovo stadio della Roma?

    Il nuovo stadio della Roma potrebbe essere costruito per il 2025, se il progetto presentato in comune sarà approvato

  4. Quando sarà costruito il nuovo stadio dell'Inter?

    Il nuovo stadio dell'Inter potrebbe essere costruito per il 2026, se il progetto presentato in comune sarà approvato

  5. Quando sarà costruito il nuovo stadio del Milan?

    Il nuovo stadio del Milan potrebbe essere costruito per il 2026, se il progetto presentato in comune sarà approvato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui