Nonostante il calciomercato gli abbia levato pedine importanti, Juric si sta riconfermando come il vero top player del Verona

Il tecnico del Verona è da due anni sulla panchina dell’Hellas e le prestazioni sono da squadra di fascia alta. Il vero top player del Verona siede in panchina!

Chi considera il Verona una sorpresa sbaglia. È il risultato di un progetto iniziato senza il verso giusto, ma che sta stupendo costantemente. Al ritorno del club in Serie A, la società sceglie, però, un nuovo allenatore. Era un croato con diverse esperienze in Serie A, molte delle quali deludenti. La società non gli compra i giocatori che, secondo lui, sarebbero fondamentali per il calcio che vuole giocare. Ma poco gli importa. Costruisce pian piano una squadra che sarà sempre in crescendo. A fine stagione arriveranno noni da neopromossi ai play-off. L’Hellas vende alcuni dei suoi migliori giocatori, tra cui Amrabat, Rrhamani e Kumbulla, ad altre compagini della Serie A ed ha difficoltà nel rimpiazzarli.

Juric ed il calciomercato del Verona: “Meglio non parlare”

Ivan non parla di mercato, perché, come dice lui, se lo facesse verrebbe esonerato. A pochi mesi dall’inizio della nuova stagione il suo Verona si trova a 5 punti dalla vetta, avendo perso solamente una partita, ma soprattutto giocando un calcio heavy metal, molto tattico e spumeggiante. Nell’ultima partita contro il Milan, attuale capolista, leggendo la partita fa entrare un giovane difensore centrale, che ha giocato anche da terzino, e lo mette in trequarti a mancare a uomo Bennacer, per ostacolare l’impostazione dal basso ed avere una transizione positiva veloce per innescare il contropiede. Una scelta tattica che merita solo complimenti. Per di più la crescita dei giovani è esponenziale, ultimo su tutti Matteo Lovato, 20 anni, con un posto da titolare inamovibile, oltre i vari Zaccagni, Colley and many more. Il vero top player non sta in campo, ma all’interno dell’area tecnica. È proprio lui, Ivan Juric, un uomo che in panchina sta dimostrando grande personalità, che la squadra rispecchia a 360°.

Il Verona, oggi, è una bellissima realtà di calcio, ma ciò lo deve soprattutto a lui, l’allenatore croato che prima di questa piazza ha avuto solo esperienze deludenti in Serie A!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui