Il Treviso in serie A , una storia breve ma intensa, siamo nell’anno 2005-2006, il campionato di Serie A è pronto a ricominciare ed accogliere le neo promosse dalla serie cadetta.

Tra le squadre che nel disastrato campionato di Serie B sono riuscite nell’impresa di iscriversi alla Serie A, c’è anche la squadra veneta che in campionato si piazzò come semifinalista ai play-off e venne promossa in Serie A 2005-2006 a seguito al declassamento all’ultimo posto del Genoa, alla non iscrizione del Torino in Serie A e al fallimento per dissesto economico-finanziario del Perugia. La squadra veneta si appresta a disputare il massimo campionato italiano da neopromossa con alla guida Ezio Rossi prima, Alberto Cavasin poi ed infine da Diego Bortoluzzi

Dopo una stagione a dir poco complicata i veneti termineranno al diciannovesimo posto la loro esperienza in Serie A con conseguente retrocessione nella serie cadetta con cinque giornate d’anticipo , ma nonostante i risultati negativi i bianco-azzurri hanno avuto l’onore di lanciare tanti giocatori che da li a poco sarebbero stati importanti nel calcio italiano ma anche … tante meteore .

Leggi anche: L’Ancona dei record (negativi) in Serie A

Rivedendo la rosa del Treviso di quindici anni fa , tutti potrebbero esclamare “ Embé .. ” .

Tra i pali ad esempio c’era l’attuale capitano dell’Inter , un giovanissimo Samir Handanovic in prestito dall’Udinese .
In difesa due nomi su tutti spiccano: quello dell’esterno mancino di Udinese , Liverpool e Napoli Andrea Dossena , e quello del difensore Italo-argentino eterna promessa Paolo Hernan Dellafiore che dopo Parma , Siena e Torino ed altre numerose esperienze ad oggi é al Sona .
A centrocampo oltre gli esperti gemelli Filippini , e Francesco Parravicini play basso di qualità di Parma ed Atalanta , a Gennaio arriva il giovane tornante Christian Maggio che si trasferirà nell’anno successivo a Genova sponda blu cerchiata . Aggregato alla rosa come giovane promettente Andrea Russotto che anni dopo si trasferirà al Napoli con tante aspettative, ma poi deluse .

Leggi anche: Eriksen, la storia di un genio incompreso


Il reparto offensivo é l’Embé point !

Partiamo dal numero 10, tale Gigi Beghetto che già all’epoca aveva stupito tutti tra Bassano , Genoa e Pescara in coppia con il grande Dino Fava Passaro che all’eta di 43 anni gioca , segna e fa vincere campionati come gli ultimi tra Savoia ed Afragolese .Insieme a loro due c’erano i due giovanissimi Robert Acquafresca italo polacco pupillo di Max Allegri e il talento brasiliano Reginaldo, non male l’attacco del Treviso in serie A !
Ma a Gennaio insieme a Maggio c’è il vero botto di mercato , il re dei bomber Marco Borriello , provenienza Sampdoria . Terminerá il campionato con 5 reti segnate e un biglietto di ritorno direzione Milan !

Embé …

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui