Il futuro di Mile Svilar alla Roma: investimento o plusvalenza?

Il futuro di Mile Svilar alla Roma: investimento o plusvalenza?
Svilar (Instagram)

Mile Svilar ha ormai conquistato il cuore dei tifosi della Roma e il posto da titolare nella porta giallorossa, dopo aver brillato nella recente sfida di Europa League contro il Feyenoord. Un doppio rigore parato nella decisiva lotteria dei tiri dal dischetto ha non solo regalato la qualificazione agli ottavi ma ha anche lanciato un chiaro segnale sul suo ruolo all’interno della squadra. Svilar, con la sua prestazione, sembra aver messo fine al dibattito sull’alternanza con Rui Patricio.

Daniele De Rossi, subentrato alla guida tecnica della squadra, non ha nascosto la sua fiducia nel giovane portiere. Ha riconosciuto il valore di Svilar come un patrimonio del club, promettendo fiducia incondizionata anche di fronte a possibili errori futuri. Il portiere, di origini belghe ma naturalizzato serbo, ha dimostrato una reattività e un coraggio nelle uscite e con i piedi che ben si adattano alla filosofia di gioco intrapresa da De Rossi. Queste qualità si aggiungono alle sue abilità tra i pali, con parate decisive che hanno fermato le minacce di Soulé e Kaio Jorge.

Già nell’andata contro il Feyenoord, Svilar aveva dato segnali positivi, per poi rivelarsi decisivo nel ritorno. Ricordiamo che anche José Mourinho, nelle sue ultime settimane alla guida della Roma, aveva mostrato una preferenza per il giovane portiere rispetto a Rui Patricio.

Svilar ha voglia di dimostrare il suo valore

Alla soglia dei 24 anni, Svilar si trova ad un bivio importante della sua carriera. Dopo aver accettato il ruolo di riserva sia al Benfica che alla Roma, è giunto il momento per lui di rivendicare un posto da protagonista. Il suo contratto con la Roma scade nel 2027 e, essendo arrivato a parametro zero, qualsiasi cessione rappresenterebbe una plusvalenza per il club. La Roma, quindi, si troverà davanti alla decisione di puntare su di lui o di capitalizzare su un suo eventuale trasferimento, magari cercando altre soluzioni per la porta.

Ciò che accadrà dipenderà in gran parte dalle prestazioni che Svilar offrirà da qui al termine della stagione. Se riuscirà a confermare i progressi evidenziati nelle ultime settimane, la Roma potrebbe limitarsi a cercare un secondo portiere adeguato, con nomi come Falcone del Lecce e Montipò del Verona che circolano come possibili alternative. Se invece le cose dovessero prendere una direzione diversa, il club potrebbe rivolgere il proprio interesse verso altri profili, come quello di Meret del Napoli.

La crescita di Svilar è stata esponenziale, soprattutto considerando le difficoltà iniziali. Arrivato nella capitale nell’estate del 2022 senza costi di trasferimento, ma con una percentuale sulla rivendita, il giovane portiere era stato segnalato da Tiago Pinto e aveva ricevuto pubblici complimenti da Mourinho dopo una partita contro il Manchester United. Dopo mesi di lavoro svolto lontano dai riflettori, Svilar ha saputo cogliere le opportunità giuste, dimostrando di poter essere il custode affidabile che la Roma cercava per difendere la propria porta.