maurizio Stabile
Maurizio Stabile giornalista

Ai microfoni di Reportcalcio.it in esclusiva è intervenuto Maurizio Stabile, giornalista del sito calcioinrosa.it sul Napoli femminile e sul movimento in Italia

Le impressioni sul Napoli femminile

Il Napoli Femminile al momento non sta vivendo un grande periodo, in classifica le azzurre sono ultime, cosa ne pensi del cammino intrapreso fino ad ora? “1 solo punto in dieci partite si commenta da solo. Le colpe vanno distribuite”

Come ti spieghi la prestazione a due facce della partita contro la Juventus di settimana scorsa?

“Si è visto un ottimo Napoli grintoso nella prima frazione di gioco al cospetto della prima della classe. Nella ripresa, il Napoli è calato fisicamente e sono uscite fuori le bianconere. L’ingresso di Cernoia per la Juventus ha dato il là alla rimonta delle ragazze di coach Guarino che, probabilmente, avevano già la testa ala sfida di Champions con le campionesse d’Europa del Lione”

Cosa manca alla società del Napoli Femminile per consacrarsi ulteriormente?

“Alla società, niente, che va avanti egregiamente anche senza il maschile alle spalle. C’è un Presidente che si occupa di tutto, anzi di più. E’ il primo tifoso”

LEGGI ANCHE >>>>>> Napoli Femminile, si amplia la rosa con Arnadottir

Stabile a tutto tondo sul calcio femminile, tra dilettantismo e Sara Gama

Sul calcio femminile in generale, quanto ne sta risentendo il movimento da questa situazione pandemica?

Il movimento ne sta risentendo molto perché, come sappiamo, il calcio femminile in Italia è dilettantismo (legge 91/1981) anche se la A e ala B sono sotto la Figc. Un certo tipo di protocollo per i tamponi Covid se lo può permettere solo la serie A; in B vi sono state molte gare rinviate per casi frequenti di positività, i quattro gironi di C sono sospesi fino a gennaio, l’Eccellenza non è mai iniziata, la Primavera è stata subito interrotta”

Sempre in ottica calcio femminile come movimento, cosa ne pensi della nomina di Sara Gama come Vicepresidente Aic ?

“Sara Gama, oltre ad essere il capitano della Juventus e della Nazionale, da poco, ha assunto anche il ruolo di Vicepresidente dell’AIC. Scelta più che giusta per una leader in campo. Il movimento necessita di personalità forti come Sara Gama anche per percorrere la lunga strada che porterà al professionismo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui