Cambio in panchina per il Sassuolo: addio Dionisi, è il momento di Emiliano Bigica

Cambio in panchina per il Sassuolo: addio Dionisi, è il momento di Emiliano Bigica
Dionisi (Instagram)

La notizia che serpeggiava nell’ambiente del calcio è diventata realtà: il Sassuolo ha deciso di compiere una mossa audace per cercare di invertire la rotta di una stagione al momento difficile. Alessio Dionisi non siede più sulla panchina della società emiliana. Con una dichiarazione ufficiale sul proprio sito internet, il club ha annunciato il suo esonero, chiudendo un capitolo importante nella gestione tecnica della squadra.

Nello stesso annuncio, il Sassuolo non ha perso tempo nel comunicare chi avrà l’arduo compito di raccogliere l’eredità lasciata da Dionisi: Emiliano Bigica, fino a quel momento alla guida della formazione Primavera, è stato chiamato a dirigere la prima squadra, seppure in maniera temporanea, in attesa di una soluzione definitiva.

Emiliano Bigica è ben conosciuto all’interno del Sassuolo, dove ha formato e plasmato i giovani talenti della Primavera. L’allenatore, già apprezzato per il suo lavoro nel settore giovanile, è ora di fronte alla sfida di trasmettere la sua visione del gioco e la sua energia a una squadra che necessita di una scossa immediata.

Il comunicato del Sassuolo sull’esonero di Dionisi

Il comunicato ufficiale dell’US Sassuolo Calcio non solo ha annunciato l’esonero di Dionisi ma ha anche evidenziato il ringraziamento della società per l’impegno e la serietà mostrati dall’allenatore e dal suo staff. Il club ha espresso i migliori auguri per il futuro al tecnico e ai suoi collaboratori, segnando così il passaggio di testimone a Bigica.

I numeri sono spesso impietosi, e quelli di Dionisi hanno delineato un quadro poco lusinghiero. La squadra neroverde si è trovata intrappolata in una spirale negativa, con solo 20 punti racimolati dopo 26 giornate di campionato. Questo magro bottino ha portato il Sassuolo a condividere la penultima posizione in classifica insieme a Hellas Verona e Cagliari. La situazione è diventata ancor più allarmante considerando che l’ultima vittoria in campionato risale al 6 gennaio, quando i neroverdi superarono la Fiorentina. Da quel momento, la squadra ha incassato cinque sconfitte, compresa l’ultima, particolarmente amara, in casa contro l’Empoli, e un solo pareggio. Un bilancio pesante, che si aggrava ulteriormente se si considerano le otto sconfitte subite nelle ultime dodici partite di Serie A.

Il Sassuolo, quindi, si affida a Bigica per ridare slancio e ritrovare la via del successo, sperando che la nuova guida tecnica possa portare freschezza e nuove idee. La speranza è che questa svolta possa risollevare le sorti della squadra emiliana in una stagione ancora lunga e ricca di possibilità di riscatto.