Bilancio della Lazio 2023: crescita e successo in vista

Bilancio della Lazio 2023: crescita e successo in vista
Bilancio della Lazio

La Società Sportiva Lazio, una delle squadre di calcio più prestigiose d’Italia, sta vivendo un momento di grande crescita e successo. I risultati del suo bilancio finanziario chiuso il 30 giugno 2023 ne sono la prova tangibile. I dati rivelati dalla società biancoceleste sono semplicemente eccezionali: un giro d’affari impressionante di circa 148,33 milioni di euro, segnando un aumento significativo rispetto all’anno precedente, con un incremento di 13,08 milioni di euro.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono le voci che compongono questo straordinario bilancio. Il valore della produzione al 30 giugno 2023 è suddiviso in diverse voci significative che riflettono la diversificazione delle fonti di reddito del club. Tra queste, spiccano i ricavi derivanti dalle gare, che ammontano a 17,92 milioni di euro, i diritti televisivi e altre concessioni che contribuiscono con 101,99 milioni di euro, e le sponsorizzazioni, la pubblicità e le royalties, che rappresentano una voce importante con 20,72 milioni di euro. Da non trascurare sono anche i ricavi derivanti dal merchandising, pari a 2,31 milioni di euro, e altri ricavi e proventi per un totale di 5,39 milioni di euro.

Ma la Lazio non si ferma solo alle entrate, infatti investe costantemente nel talento calcistico. Nel bilancio chiuso al 30 giugno 2023, i costi operativi netti, al netto di ammortamenti, svalutazioni ed accantonamenti, ammontano a 143,72 milioni di euro, registrando un aumento di 13,49 milioni di euro rispetto alla stagione precedente. Il club ha anche investito 37,5 milioni di euro nell’acquisto di nuovi giocatori, dimostrando un impegno costante nel miglioramento della squadra. Nonostante ciò, è riuscito a generare 7,8 milioni di euro dalle cessioni di alcuni membri della squadra, dimostrando così una gestione finanziaria equilibrata.

Bilancio della Lazio: tante le notizie positive

Ma qual è la situazione patrimoniale della Lazio? Il patrimonio netto societario è negativo per 38,04 milioni di euro, ma nonostante ciò, la società guarda al futuro con grande ottimismo. Iscritti fondi tra le passività non correnti per 10,25 milioni di euro, con una diminuzione netta rispetto all’anno precedente di 1,82 milioni di euro. Questa variazione è stata influenzata principalmente dalla riclassificazione delle passività relative alle imposte e alle ritenute su lavoro dipendente, in seguito al venir meno del beneficio fiscale sulle retribuzioni di un calciatore in conformità con il decreto Rimpatriati. La maggior parte dei fondi è costituita da imposte differite, per un ammontare di 9,45 milioni di euro.

Nonostante le sfide finanziarie, la Lazio rimane fiduciosa nel raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario nel breve-medio termine. La partecipazione alla Champions League nella stagione 23/24, i proventi derivanti dalla cessione dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori nella prima sessione di mercato in corso, il surplus finanziario generato dalla campagna trasferimenti estiva dei diritti alle prestazioni sportive, e il continuo impegno nella ristrutturazione della rosa della prima squadra per rispettare i regolamenti finanziari della UEFA (New Financial Sustainability Regulations) fanno ben sperare nella realizzazione di tale obiettivo.