Reggina-SerieA-mazzarri-salvezza
  • Una squadra chiamata a salvarsi nonostante i 15 punti di penalizzazione
  • Una piazza come quella di Reggio Calabria pronta a supportare la squadra in questa ardua impresa
  • Un allenatore ed una rosa che hanno sfidato tutto e tutti per il loro obiettivo

Salvarsi partendo con una penalizzazione di -15 punti, il campionato salvezza della Reggina di Mazzarri è una storia da ricordare

Ritorna il nostro appuntamento “Amarcord” del calcio italiano . Quest oggi parleremo della Reggina dei miracoli nel campionato di Serie A stagione 2006/2007 .

Estate 2006 , Italia campione del Mondo a Luglio, e ad Agosto primi verdetti dello scandalo Calciopoli.
Reggina : 15 punti di penalizzazione.
La squadra amaranto, inizia la stagione con un macigno sul groppone e con un piede e mezzo già nella zona retrocessione.
A guidare i calabresi ci sarà il livornese Walter Mazzarri , che sarà il protagonista di una cavalcata vincente e miracolosa. Cavalcata vincente della squadra del presidente Foti che si concluse con la vittoria sul Milan di Ancelotti all’ultima giornata firmata da Nick Amoruso, in un Oreste Granillo che registrò circa 27.000 spettatori.

Salvezza conquistata e cittadinanza onoraria per tutti i protagonisti della stagione del miracolo .

Ma vi ricordate i calciatori in rosa ?

Il modulo utilizzato quell’anno é stato il marchio di fabbrica della carriera di Mazzarri, ovvero il 3-5-2 . Modulo che ha dato al tecnico livornese tanti successi sopratutto a Genova sponda Samp e a Napoli , e lo ha portato in grandi piazze come Inter e Torino ed anche in Inghilterra con il Watford di patron Pozzo.

Reggina, la difesa era al sicuro da qui parte l’operazione salvezza

Tra i pali Ivan Pellizzoli , vice di Antonioli nella Roma dello scudetto del 2000 , e come vice Cristian Puggioni .
In difesa esperienza e sopratutto grinta da campi di provincia italiani che vederla oggi ci mette nostalgia , i 3 scelti da Mazzarri erano : Sasá Aronica, che fu portato da Mazzarri anche a Napoli storica la sua stagione in Champions con gli azzurri , Alessandro Lucarelli il capitano nella rinascita del Parma e Maurizio Lanzaro .
Gli esterni invece Giandomenico Mesto e a sinistra Francesco Modesto .

Che centrocampo da Serie A in quel di Reggio!

Il centrocampo granata vedeva i due cursori Missiroli colonna del Sassuolo ed oggi tra le fila della Spal , e Antonino Barillà che oggi gioca tra le fila del Monza del duo Galliani- Berlusconi dopo gli ultimo 3 anni a Parma , e come mediano di qualità e quantità il palermitano Giacomo Tedesco . Le mezze ali che garantirono un solido turnover furono un giovanissimo Pasquale Foggia e Luca Vigiani, entrambi arrivati nel calcio mercato di Gennaio . Presente in rosa anche un giovanissimo Gazzi che successivamente, prima a Bari poi a Siena e a Torino si rivelerà un grandissimo giocatore , oggi gioca in pianta stabile in Lega Pro con l’Alessandria .

Il duo in attacco che fece sognare la Reggio Calabria


Il duo d’attacco delle meraviglie e che fece più volte esaltare il Granillo fu composto da Rolando Bianchi e Nick Amourso , come loro riserve il danese Nielsen ed a Gennaio fu acquistato anche dal Teramo l’honduregno Leon poi ceduto al Genoa l’anno successivo .
Bianchi , proveniente dal Cagliari dopo che mosse i primi passi nel vivaio Atalantino , quell’anno in 37 presenze mise a segno 18 gol , gol che valsero poi nell’estate del 2007 la chiamata del Manchester City di Eriksson, che lo strappò alle altre contendenti con una mega offerta di 13 milioni di euro . Amoruso invece , arrivò a Reggio Calabria l’anno prima , dopo l’esperienza a Messina; Nick che vantava un grandissimo curriculum , ereditò la fascia da capitano da Ciccio Cozza che quell’anno ritornò a Siena , mise a segno 17 reti in 34 presenze .

La Reggina ai giorni nostri

La Reggina oggi disputa il campionato di serie B , con un organico di esperienza con grandi nomi come quelli di Jeremy Menez e German el Tanque Denis , dell’attaccante dell’Irlanda del Nord Kyle Lafferty e l’esperto difensore polacco Thiago Cionek . La squadra é allenata da uno degli allenatori più promettenti del campionato cadetto Mimmo Toscano e al momento occupa la tredicesima piazza in classifica dopo 8 gare , ma il campionato di serie B é lungo e si sa , le sorprese non finiscono mai !
Potranno rivivere gli amaranto quei fantastici momenti come quella giornata del 27 maggio 2007 ?
Noi lo speriamo perché una piazza come Reggio Calabria merita palcoscenici di serie A !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui